Alcuni dei migliori rimedi contro la stitichezza



La stitichezza viene anche chiamata tecnicamente stipsi. Si tratta di un disturbo che interessa ben 13 milioni di persone, di cui 9 milioni sono solo donne. Questo fenomeno, infatti, è prevalentemente femminile e si sviluppa soprattutto durante la gravidanza. Di fatto, chi ne soffre, non riesce ad evacuare le feci dell'organismo in modo naturale, oppure in modo sufficiente. I sintomi che caratterizzano la stitichezza sono: la difficoltà nell'evacuazione, il dolore che può provocare e la presenza di feci molto dure (molto spesso si presentano a pallini, e per questo motivo possono essere definite "caprine"). E' importante, prima di tutto, capire che la stitichezza non è una vera malattia, ma piuttosto un sintomo che evidenzia un malessere nascosto. Per questo motivo, è bene parlarne subito con il proprio medico. Quest'ultimo, dopo una serie di analisi e un'attenta valutazione, indicherà la terapia migliore. Infine, è bene ricordare che non esiste una cura universale per combattere la stitichezza, ma la natura (fortunatamente) ci viene prontamente in soccorso. Ecco alcuni suggerimenti che vi possono aiutare a risolvere (almeno parzialmente) questo increscioso problema.

L'importanza dell'acqua

Prima di tutto, è bene continuare ad idratare il nostro corpo. Quest'ultimo, infatti, è costituito per l'80% da acqua, e quotidianamente ha bisogno di un apporto specifico e costante. acqua come rimedio per la stitichezza

acqua


Non dimentichiamoci, quindi, di bere almeno 2 litri di acqua al giorno (pari a circa 8 bicchieri): idratando costantemente l'organismo, le feci si ammorbidiranno, e l'evacuazione sarà più facile e meno dolorosa.

I rimedi negli alimenti


Tuttavia, esistono alcuni alimenti in grado di aiutarci: i semi di lino, ad esempio, sono un ottimo rimedio. I medici consigliano di mangiarne due cucchiai appena svegli. A ciò va aggiunto un bel bicchiere di acqua naturale tiepida. I semi di lino formano, all'interno dell'organismo, una mucillagine in grado di aiutare il transito intestinale. Inoltre, hanno proprietà emollienti per le pareti dell'organismo. Un altro alimento molto utile per combattere la stipsi è rappresentato dai fichi d'india. Contrariamente a quanto si pensa, infatti, questi frutti sono dotati di proprietà lassative. E' importante mangiarne uno al giorno (sia fresco che essiccato): al suo interno, il fico d'india possiede dei semini. Questi ultimi sono molto simili alle fibre vegetali, e contribuiscono in modo attivo nella pulizia dell'intestino. fichi d'india per la stitichezza

fichi d'india


Anche l'acqua di cocco è considerato un lassativo naturale. E' dotato di numerose proprietà benefiche per l'organismo: facilita la digestione, e pulisce il tratto urinario. A ciò dobbiamo aggiungere che è un ingrediente che riesce ad abbassare i livelli del colesterolo e a prevenire la comparsa dell'arteriosclerosi. Infine, l'acqua di cocco contribuisce a favorire i movimenti peristaltici e, quindi, la regolarità intestinale.

I rimedi per la stitichezza e lo stile di vita


Tuttavia, se vogliamo combattere la stitichezza non dobbiamo dimenticare di seguire uno stile di vita più sano, ed equilibrato. La dieta quotidiana ha un ruolo fondamentale: oltre a bere tanta acqua e a dedicarsi ad un'attività sportiva, è bene variare costantemente le proprie abitudini a tavola. E' importante, a questo proposito, introdurre piatti ricchi di fibre come i legumi: se da un lato, infatti, sono completamente privi di colesterolo, è anche vero che sono particolarmente ricchi di fibre, e che sono un ottimo aiuto per il corretto funzionamento dell'intestino. Tuttavia, è importante riuscire a stabilire un equilibrio tra il consumo di legumi e quello dei cereali integrali: dosando con attenzione i vari alimenti, infatti, saremo in grado di ottenere un'alimentazione ricca degli aminoacidi necessari al nostro organismo. Lo stesso effetto è dato anche dall'uso della frutta secca. Le mandorle, ma soprattutto l'olio utilizzato in cucina, hanno un grande effetto emolliente nei confronti dell'intestino. Inoltre, non dobbiamo dimenticare che le mandorle sono ricche di calcio: il loro consumo quotidiano, insieme a quello delle noci, permette all'organismo di assimilare le principali fonti vegetali di omega3. In sostanza, la stitichezza può essere provocata da malattie ano-rettali (come le ragadi), o da quelle intestinali.

Nella maggior parte dei casi, però, questo problema si risolve seguendo una dieta equilibrata e ben bilanciata. Ovviamente, è importante rivolgersi al proprio medico di fiducia: quest'ultimo non solo vi farà fare analisi approfondite, ma saprà di sicuro guidarvi verso una terapia specifica per il vostro caso. E' importante, però, che dedichiate maggiori attenzioni al vostro organismo: quest'ultimo ha bisogno di un apporto costante di acqua e di alimenti sani. Spazio, poi, a frutta e verdura (soprattutto di stagione), mentre dovreste completamente eliminare i formaggi, e i salumi.
Anche la carne rossa dovrebbe essere messa da parte, mentre provate a puntare sulle carni bianche (ma non più di tre volte alla settimana). Ovviamente, in commercio esistono numerose pastiglie che possono risolvere il problema, ma perchè dover ricorrere ai medicinali quando la natura ci offre tutto il suo aiuto? La stitichezza è un problema che può essere risolto: sono necessari solo tanta pazienza, costanza e impegno.

ClickBank è il rivenditore dei prodotti presenti su questo sito. CLICKBANK è un marchio depositato di Click Sales, Inc., una società per azioni di Delaware con la sede a 917 S. Lusk Street, Suite 200, Boise, Idaho 83706, USA e utilizzato con autorizzazione ufficiale. Il ruolo di ClickBank come rivenditore non rappresenta sponsorizzazione, affiliazione o sostegno di questo prodotto o qualsiasi affermazione, dichiarazione o opinione utilizzato per la promozione di questo prodotto.